La coorte di nascita NEHO ha chiuso la fase degli arruolamenti il 31 gennaio 2020.

A partire da febbraio 2020 la coorte NEHO prevede un ulteriore fase del progetto alla quale possono partecipare i bambini NEHO che hanno compiuto i 24 mesi.

Infatti, i primi due anni di vita del bambino sono di fondamentale importanza per lo sviluppo psicomotorio e cognitivo, il bambino in breve tempo acquisisce molte capacità e competenze interagendo con gli oggetti e le persone che lo circondano. In questo momento di rapida evoluzione la valutazione neuropsicologica può fornire una valida indicazione del livello di sviluppo del bambino attraverso misure obiettive del comportamento. Studiando le associazioni tra i dati raccolti durante la gravidanza e il livello di sviluppo del bambino è possibile individuare eventuali fattori di rischio presenti durante la gravidanza.

Il processo maturativo che consente al bambino di acquisire competenze e abilità motorie, cognitive, relazionali ed emotive avviene per "tappe". Lo sviluppo fetale e la prima infanzia sono due momenti essenziali di vulnerabilità durante i quali l’ambiente può alterare il normale sviluppo del bambino. Tuttavia tempi e modalità di acquisizione delle competenze sono variabili ma è possibile individuare nel processo una sequenza cronologica di sviluppo. La visita specialistica a cui Vi chiediamo di partecipare fornisce una valida indicazione del livello di sviluppo del bambino.

IN COSA CONSISTE IL FOLLOWUP 24 MESI?

Il follow-up da effettuare ai 24 mesi dalla data del parto prevede una visita specialistica neurocomportamentale, totalmente gratuita, alla fine della quale sarà fornito a ciascun partecipante il referto dello specialista. Contestualmente vi sarà chiesto di compilare un questionario riguardante la salute di Vostro/a Figlio/a nell’ultimo anno di vita ed altre informazioni utili per definire lo stato di salute vostro e del vostro partner. Nel corso della visita specialistica neuropsicologica Vi sarà chiesto, inoltre, di donare dei campioni biologici vostri (mamma) e di Vostro Figlio/a, che saranno trasferiti e conservati presso la biobanca realizzata nei locali dell’Istituto per le Ricerca e l’Innovazione Biomedica (IRIB) del Consiglio Nazionale delle Ricerche, via Ugo La Malfa 153, 90146 Palermo, dove verranno conservati sino al momento delle analisi.

La raccolta dei campioni biologici consisterà in prelievi non invasivi di:

 

  • una piccola ciocca di capelli di Vostro figlio/a (prelevata dalla mamma secondo un protocollo che vi verrà spiegato nel dettaglio dal personale sanitario del progetto);
  • piccoli campioni di unghie da entrambi gli alluci del figlio/a (prelevata dalla mamma secondo un protocollo che vi verrà spiegato nel dettaglio dal personale sanitario del progetto);
  • un campione di urine del figlio/a;
  • un campione di urine della mamma.

 

COSA DOBBIAMO FARE PER PARTECIPARE?

Per aderire al followup 24 mesi basterà aver compilato tutti i precedenti questionari (Basale II, 6 Mesi e 12 Mesi) e che Vostro/a Figlio/a abbia compiuto i 24 mesi di età. La partecipazione viene ufficializzata una volta letta la nota informativa e firmato il consenso informato. (Documenti)

PARTECIPARE È OBBLIGATORIO?

La partecipazione è volontaria e non vi è dunque nessun obbligo a partecipare se non lo si desidera.

 

VIENE RISPETTATA LA SEGRETEZZA DEI DATI CHE CI RIGUARDANO?

Tutte le informazioni raccolte in questo Studio saranno trattate nel rispetto della normativa Italiana sulla tutela dei dati personali e sensibili (D.lgs. 196/2003 e D.Lgs. 101/2018).

I dati identificativi (nome, cognome, data e luogo di nascita, luogo di residenza) e del neonato/a verranno registrati separatamente dai dati relativi ai campioni di sangue e alle informazioni cliniche, sanitarie e demografiche raccolte. Tutti i dati personali e sensibili saranno trattati elettronicamente con tutti i criteri che realizzano la massima riservatezza, nel rispetto delle norme di sicurezza per gli archivi informatici e cartacei dettate dal D.lgs 196/03 e del D.Lgs. 101/2018, dal Codice Deontologico per la ricerca scientifica (2004) e dall’Autorizzazione al trattamento dei dati genetici (Autorità Garante giugno 2011).

I dati clinici, socio-sanitari e demografici sono anonimizzati: questo vuol dire che dopo la raccolta verranno conservati separatamente da quelli identificativi (nome, cognome, ecc.) e sarà loro assegnato un codice composto di numeri e lettere che di per sé non permetterà di identificare direttamente i partecipanti. Solo i Responsabili e gli Incaricati del Trattamento, il Personale medico e sanitario del Centro nascita coinvolto nello Studio, i Ricercatori responsabili dello Studio presso gli stessi Centri i Ricercatori e Tecnici dell’ IBIM - CNR di Palermo e delle strutture sanitarie coinvolte sono in grado di poter ricollegare i codici ai dati identificativi per esclusive finalità tecniche di controllo dati, controllo di qualità e/o per finalità sanitarie che riguardano direttamente le persone interessate.

  

Webdesigner & Webeditor: Anna Bonomolo  Copyright © 2017 IBIM-CNR. All Rights Reserved  Webmaster: Alessandro Pensato